/**San Riccardo Pampuri*/ Provincia Lombardo-Veneta Fatebenefratelli

 

 
 
Curia Provinciale
Dagli Statuti Generali dell’Ordine: L’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio, (Fatebenefratelli), lungo la sua Storia, ha cercato sempre d’essere fedele all’eredità preziosa dell’Ospitalità che ha ricevuto dal Padre Fondatore, San Giovanni di Dio. Il nostro Istituto è stato approvato dalla Chiesa come un Ordine Religioso di Fratelli per il servizio degli infermi e dei bisognosi. Ebbe origine a Granada, in Spagna, nella seconda metà del XVI secolo, come continuazione dell’attività caritativa di San Giovanni di Dio, che nacque nel 1495 a Montemor-o-Novo e morì a Granada l’8 marzo 1550. A San Giovanni di Dio si erano uniti alcuni discepoli che, attratti dai suoi esempi, lo aiutavano nelle opere di misericordia, specialmente nel servizio dell’Ospedale da lui fondato a Granada. Tra questi si distinse Anton Martin, che fu dallo stesso Santo, in punto di morte, incaricato di proseguirne l’opera e di governarla. Negli anni successivi, altri compagni si unirono al gruppo e furono fondati vari ospedali, particolarmente in Andalusia. L’Istituto raggiunse il riconoscimento pontificio in modo graduale: nel 1572 fu approvato da San Pio V e sottoposto alla Regola di Sant’Agostino; nel 1586 venne riconosciuto dal Papa Sisto V come vero e proprio Ordine Religioso. Nel 1592, Clemente VIII ridusse l’Istituto allo stato iniziale di semplice congregazione, mettendo nuovamente i confratelli sotto la giurisdizione dei vescovi e permettendo loro di emettere solo il voto d’Ospitalità. Alcuni anni dopo quest’atto di retrocessione, Paolo V, nel 1611 in Spagna e nel 1617 in Italia, riportò nuovamente l’Istituto al grado d’Ordine. Questa duplice e autonoma reintegrazione fece in modo che si costituissero due congregazioni distinte che, pur coscienti di formare una sola famiglia, si svilupparono parallelamente per due secoli e mezzo. A causa soprattutto degli sconvolgimenti politici e delle leggi antireligiose del XIX secolo, la congregazione spagnola subì un duro colpo e praticamente scomparve con la morte del suo ultimo Superiore Generale, P. Giuseppe Bueno, nell’anno 1850. La restaurazione dell’Ordine in Spagna, realizzata specialmente da San Benedetto Menni, portò alla riunificazione dell’Istituto. Da quel momento l’Ordine, cosciente dell’eredità ricevuta nella Chiesa e con lo sguardo fisso al Cristo misericordioso del Vangelo, continua nel mondo la sua opera apostolica con i sofferenti.
Sede Amministrativa: 20063 CERNUSCO S/NAVIGLIO (MI) - Via Cavour, 2 - Tel. 02/9276.1 - Telefax 02/9241285
Sede Legale: 25125 BRESCIA - Via Pilastroni, 4 - Iscrizione Prefettura di Brescia: n. 513 Registro PG - C.F. e P. IVA 01647730157
Webmaster Informazioni Privacy Policy
Credits: Evolvo GPI S.r.l.